Social Network e Sito Web: la relazione

Un Sito Web e un Social Network sono realtà con notevoli differenze, ma esiste tra loro una relazione molto forte per la visibilità di un’attività. Per capire bene in cosa sono diversi, bisogna analizzare le caratteristiche di ciascuno.

Iniziamo dal Sito Web

In primis, un sito web è di proprietà.

All’acquisto di un dominio si danno le proprie generalità, il che comporta una serie di conseguenze. Una di queste è la fiducia che i motori di ricerca come Google ripongono in te. Nel momento in cui un soggetto si affaccia nel web, Google deve capire se e quanto fidarsi di esso come fonte di risposte alle richieste degli utenti. Avere un sito web dice quindi a Google che l’azienda, avendo messo a disposizione i propri dati, è abbastanza affidabile.

Inoltre è risaputo che l’anzianità è importante per Google. Significa che più il tempo passa, più dimostri di essere presente e attivo nel sostenere l’attività in questione.

Un altro fattore importantissimo è che ogni pagina di un sito web acquisisce traffico da una determinata ricerca (o almeno dovrebbe se il sito è realizzato correttamente). Al contrario, un social network non attira il pubblico in maniera diretta.

A livello di ordine visivo, si deve evidenziare che un sito web può avere un numero infinito di pagine, mentre un social network è di per sé un’unica pagina con tutti i contenuti. Il Web Design permette di mostrare la la propria personalità e il proprio stile Online, mentre i social Network hanno layout predefiniti.

Inoltre una volta pubblicato un sito web, a meno di problemi tecnici (come ad esempio il mancato pagamento dei costi per il mantenimento), esso non scompare mai dal web se non tramite una tua azione diretta.

Un sito web può ospitare una sezione news / blog con funzionalità di commenti, e quindi essere luogo di dialogo con l’utente. Per ottenere una cerchia di lettori assidui dovrai però faticare molto, perché le persone preferiscono “dialogare” nei social network, che sono “piazze” preposte a tale scopo.

Il Sito web è solitamente il passo precedente al contatto o all’acquisto. Questo perché l’utente che viene sul sito web vuole in sostanza risolvere un problema specifico e, se la nostra proposta fa al caso suo ed è ben comunicata, allora procederà al passo successivo.

Cos’è invece un Social Network?

Un social network è una “piazza” dove utenti ed aziende possono entrare, ognuna con il proprio profilo personale o pagina aziendale. Partiamo da alcuni presupposti base da tenere in mente quando si pensa di poter sviluppare un’attività esclusivamente dai social network.

Prima di tutto bisogna sapere che la scheda che viene creata quando registri la tua azienda su un Social network, non è di tua proprietà, ma del Social network stesso. Proprio per questo, il Social network nel quale ti sei registrato si mantiene il diritto di cancellare la tua pagina senza alcun preavviso né motivazione. Un fattore alquanto rischioso se si pensa che magari su quella pagina social ci sono mesi o anni di contenuti.

A differenza del sito web, che viene registrato e pagato tramite i propri dati, una pagina su un Social network può essere registrata da chiunque in qualsiasi momento. Questo viene visto negativamente dai motori di ricerca come Google, poiché il livello di affidabilità da questo punto di vista è molto basso.

relazione tra social network e sito web

I social network non aiutano a trovare nuovi clienti su Google. Potrebbero essere utili a tale scopo solo se le loro ricerche sono mirate alla tua attività, ma ciò presuppone che essi ti conoscano già. Ciò vuol dire che se un utente ricerca su Google “attività X”, troverà una serie di Siti Web compatibili che offrono quel servizio e probabilmente ne sceglierà uno. Invece non troverà la tua attività se sei presente solo sui social, poiché appunto dovrebbe prima entrarci.

È veramente gratuito?

Tra gli aspetti a favore dei social network potrebbe esserci il costo, ma questo punto va analizzato con attenzione.

Soprattutto per un’attività sul nascere, la tentazione di abbattere i costi iniziali è molta e giustificata. Si rischia però di cadere in tranelli che potrebbero danneggiare lo sviluppo della stessa, soprattutto per quanto riguarda le aspettative di crescita.

Si potrebbe ad esempio pensare che risparmiare sul costo di un Sito Web, puntando sulla registrazione gratuita ai social network, sia un’ottima idea. Purtroppo questo è un ragionamento che mette seriamente i bastoni tra le ruote al successo iniziale in termini di visibilità.

Come precedentemente detto, il flusso del potenziale nuovo pubblico può derivare solo dai motori di ricerca, come appunto Google. “Lanciarsi” sui social non può aiutare a farsi conoscere. In sostanza: solo chi vi conosce già può seguirvi sul social. Ma così viene meno il senso della presenza online.

Quasi tutte le piattaforme hanno messo a disposizione meccanismi pubblicitari per ovviare a questo problema. In sostanza: vi registrate gratuitamente e poi dovete pagare per avere visibilità. Sono le note “sponsorizzazioni”. Ma sono veramente utili?

Sponsorizzazioni: quando il Social Network non è più gratuito

Chi ha già avuto a che fare con questo tipo di investimenti vi dirà senza dubbio che le aspettative superano di gran lunga la realtà dei fatti. Le sponsorizzazioni consistono nell’acquisto di spazi pubblicitari sul social network stesso.

Qui emerge il primo punto a sfavore: significa che solo chi è già presente sul social network vedrà l’annuncio.

Se volessimo sorvolare su questo aspetto, pensiamo al periodo a cui si riferisce l’investimento. Sviluppando un sito web avreste una vostra piattaforma di proprietà senza una scadenza. Esisterà fintantoché sarete voi a volerlo mantenere. Di conseguenza il traffico utenti che creerete con i vostri contenuti, i vostri prodotti o servizi, e tutta la pubblicità gratuita che deriva dalla corretta gestione, saranno continuativi nel tempo.

La sponsorizzazione sui social ha costi ben superiori a quelli della gestione di un sito web. Già qui dovremmo vedere l’aspetto negativo. A questo si aggiunge il periodo temporale. Tutte le sponsorizzazioni hanno un termine, calcolato per lo più in giorni. Ad esempio il tuo annuncio potrebbe essere visibile solo per due o cinque giorni dall’acquisto dello spazio pubblicitario. Ovviamente più è duraturo e più aumentano i costi.

Ci si rende immediatamente conto che non si tratta di pochi centesimi, anzi … per avere effettivamente un po’ di visibilità si devono mettere in conto centinaia o migliaia di euro. Si arriva poi a casi eclatanti, ma non così rari, in cui associazioni o personaggi pubblici che hanno particolare bisogno di essere “in mostra” spendono decine di migliaia di euro in queste inserzioni.

In quest’ultimo caso i risultati sono evidenti, ma è anche evidente il modo in cui si sono raggiunti. Quest’ultima faccia della medaglia rischia di compromettere ancor di più l’investimento in sponsorizzazioni. Le persone si rendono conto di essere costantemente bombardate da immagini e annunci indesiderati, arrivando ad associare una sensazione di fastidio a ciò che viene pubblicizzato. Per quanto il messaggio possa rimanere impresso, una buona parte di essi non apprezza questo “lavaggio del cervello”.

Supponiamo per l’ennesima volta che questo non sia un problema. Bisogna allora considerare un fattore, probabilmente decisivo, che sfavorisce ancor di più le inserzioni social.

Acquistando uno dei pacchetti a scadenza delle sponsorizzazioni, il social network ti sta dicendo: “Renderò visibile il tuo annuncio a un numero definito di utenti, scelti tra quelli che potrebbero avere interessi simili”.

Avrete già capito da soli il problema:

Il fatto che una persona sia interessata alle macchine, non è detto che sia interessata all’attività di un gommista. Magari è un appassionato di Formula Uno, ma rientrerà nella categoria d’interesse del gommista secondo il social network.

Tutta questa fetta di utenti, ovvero la maggior parte, non avranno interesse per ciò che viene sponsorizzato, nonostante voi abbiate pagato per farlo arrivare a loro.

A differenza, il sito web di un gommista sarà visitato da sole persone interessate appunto a questa attività. Altrimenti non l’avrebbero cercata su Google e non sarebbero arrivati a quel sito web in particolare.

Legame tra Sito Web e Social Network

Oltre a queste differenze fondamentali, che mettono in evidenzia quanti e quali siano i grandi vantaggi di un sito web rispetto alla sola presenza sui social, si può parlare anche della loro relazione.

Solo una volta che si ha un punto di riferimento, cioè un sito web che rappresenta la roccia ferma di una qualsiasi attività, si può pensare si sviluppare una strategia di comunicazione e visibilità tramite i social.

Questo perché tutti gli investimenti fatti sui social, per avere un senso, devono portare gli utenti al vostro sito web, cioè al vostro spazio di proprietà. Approfondiamo questa relazione nell’articolo Il legame tra Social Network e Sito Web: strategie di Marketing e Comunicazione Online.