instagram marketing

Instagram Marketing: il profilo aziendale

Parlando di social network, uno dei primi che viene in mente è Instagram. Una piattaforma social cresciuta esponenzialmente in breve tempo dal momento del suo rilascio. Risultato ottenuto grazie a un design intuitivo, funzionalità implementate costantemente e il famoso “fattore foto”. Infatti, Instagram permette di pubblicare contenuti principalmente come fotografie, a cui si possono poi aggiungere descrizioni  testuali.

Considerato spesso il fratello minore di Facebook, in verità Instagram ha lanciato un nuovo concetto di social network che si è presto integrato ad avanzate strategie di web marketing.

L’evoluzione di Instagram

Per avere un’idea chiara delle potenzialità di questa social web app, è bene avere un’idea del percorso che ha fatto a partire dalla sua creazione.

Instagram è stato sviluppato come applicazione web da Kevin Systrom e Mike Krieger. È stato rilasciato ufficialmente il 6 Ottobre 2010, con l’originaria versione disponibile solo per IOS della Apple.

Fondamentalmente l’idea era quella di scattare foto in formato 1:1, appunto quello standard degli iPhone del tempo. Quindi permettere di applicare un filtro e pubblicarle. Nel 2010 questi pochi passaggi sono stati percepiti come una grossa novità, semplice ma originale. Il successo dell’applicazione è stato immediato, tanto che già nel 2012 i due inventori l’hanno venduta al gruppo Facebook Inc per un miliardo di dollari.

Dalla vendita in poi la crescita è stata ancora più repentina. Già dall’anno dopo è stato rilasciata la versione per Android e per Windows Phone. Nel 2016 sono uscite invece le versione di Windows 10 Mobile e Tablet PC Windows 10.

Instagram

Negli anni Instagram è stato migliorato, fino a farne un perno del web marketing moderno in moltissimi mercati. L’ influencer marketing ne è una prova, con una presenza altissima di influencer e brand advocates sulla piattoforma. Questo è stato uno dei motivi per cui il colosso Tech ha dato la possibilità agli utenti di lavorare meglio sul proprio profilo, proprio tramite un “profilo aziendale”.

Le novità di Instagram

Con il tempo, alle iniziali funzionalità sono stati integrati strumenti in linea con le tendenze del mercato dei social network:

  • Instagram DMs;

acronimo che sta per Direct Message. Un sistema di messaggistica sviluppato all’interno dell’app stessa. Anche questo dettaglio è stato un fattore di successo. Infatti, al contrario, Facebook Messenger si presenta come applicazione esterna.

Significa che scaricando Instagram è possibile usare direttamente la chat. Invece, per mandare messaggi su Facebook, occorre installare separatamente Facebook Messanger.

  • Instagram Stories;

attualmente lo strumento più utilizzato dagli utenti. Ha rappresentato un nuovo modo di concepire l’applicazione stessa. In verità non è stato una novità per chi, prima di Instagram, utilizzava già Snapchat.

La poche differenze con questo suo rivale sono valse la rimonta, tanto che nel Gennaio 2019 circa 500 milioni di utenti pubblicavano stories quotidianamente.

  • Instagram IGTV;

l’era degli YouTuber non è ancora finita. Anzi, sembra riscuotere ogni anno più successo. Con la recentissima crescita di TikTok, anche Instagram ha risposto col proprio prodotto.

Come il nome stesso suggerisce, l’idea alla base di IGTV è proprio quella di creare un sistema d’intrattenimento televisivo diretto dagli utenti stessi. Ognuno di essi può pubblicare contenuti video senza limiti di durata. In un mondo in piena digitalizzazione, IGTV rappresenta uno strumento molto potente per il web marketing.

Significa che su una stessa piattaforma social è possibile pubblicare, commentare e condividere foto, così come pubblicare stories. Ma anche condividere eventi in maniera professionale, come se fossero trasmessi in televisione.

Un esempio è la Digital Fashion Week di Milano. Le collezioni sono state presentate in diretta streaming, con video delle sfilate pubblicati anche su IGTV. Poter condividere un intero show su una piattaforma molto attiva nel settore fashion, ha permesso di adeguarsi agli imprevisti.

Instagram Shop per venditori

Le tre novità di Instagram sopra elencate, sono solo alcune delle integrazioni che il social netowrk ha introdotto negli anni. Oltre a funzionalità per utenti standard, questa piattaforma ha puntato moltissimo sull’ usability in ambito web marketing. Esamineremo tra poco l’Instagram Marketing, ora cerchiamo di capire quali sono alcuni dei suoi strumenti.

Primo fra tutti, poiché ha rivoluzionato addirittura la sfera dell’ e-commerce, è l’Instagram Shop. Si sentiva dire da tempo che il futuro delle vendite sarebbe l’e-commerce. Ebbene, ormai è possibile vendere direttamente da Instagram.

Si tratta di un servizio che permette a piccoli business di risparmiare e velocizzare sulla creazione di un negozio online. Si può usare la piattaforma social per creare una vetrina di prodotti con i relativi prezzi. La creazione di un carrello consente di stabilire il metodo di pagamento accettato, valutare i costi di spedizioni e ricevere delle recensioni. Funziona esattamente come un e-commerce online, con la differenza che appare come un profilo nella community social.

A dire il vero, nonostante l’enorme utilizzo che se sta facendo, molti clienti sono ancora diffidenti e preferiscono acquistare da un Sito Web e-commerce più “tradizionale”. Per questo motivo l’Instagram Shop è utilizzato come vetrina, poiché la visualizzazione dei prodotti è più immediata e intuitiva, però è accompagnato da un Sito Web professionale.

Instagram
Instagram Marketing

Dove il mercato è più florido, lì tende ogni attenzione. Ogni aggiornamento e funzionalità introdotta da Instagram ha seguito le esigenze e l’andamento del sistema economico basato sul web.

Detta così potrebbe sembrare una visione molto poco “romantica” dello scopo con cui sono nati i social network. Mettere in contatto le persone ha subìto delle deviazioni dovute alle esigenze non solo dell’intrattenimento, ma anche dell’economia.

È proprio seguendo questo trend che Instagram ha attirato l’attenzione dei piccoli e grandi business. Quando si parla si marketing sui social network, infatti, non si deve pensare solamente ai piccoli brand che hanno bisogno di farsi conoscere. Le novità introdotte dal social network hanno portato anche compagnie già affermate a investire risorse nello sviluppo di una presenza online.

Le numeroso strategie di Web Marketing trovano un punto d’incontro nello scopo finale di aumentare la propria visibilità. Raggiungere gli utenti, potenziali clienti o sostenitori del marchio, è fondamentale per ogni business. Sia che abbia bisogno di crescere, sia che voglia mantenere la propria presenza tra il pubblico. È evidente come un social network molto seguito sia fondamentale per il raggiungimento di tali scopi.

Per venir incontro agli utenti standard, così come alle attività commerciali, Instagram ha mantenuto la sua identità sviluppando poi i propri servizi in funzione del marketing online.

Al giorno d’oggi è una delle piattaforme più utilizzate, nonché una delle più efficaci, per l’ideazione di queste strategie. Ma attenzione, non si parla solamente di influencer. Pensando all’e-commerce si intuisce già come avere dei dati precisi per capire in che direzione lavorare sia di notevole importanza per ogni business.

Instagram for Business

Fino a qualche anno fa era necessario avere delle conoscenze approfondite degli strumenti del web. Conoscenze di analisi dati, studi di statistica per capire dove investire, in che modo creare contenuti e soprattutto per chi.

Oggi tutto ciò è ancora indispensabile per ogni business, dai più piccoli ai più grandi. Ciò che cambia, ovviamente, è l’accuratezza delle indagini eseguite. Mentre per grandi attività si devono fare analisi statistiche approfondite, con svariate sfumature da tenere in considerazione, per i più piccoli non è così. Per business medio – piccoli, avere un’idea dei risultati che si stanno ottenendo è già sufficiente per perfezionare le proprie operazioni di marketing.

Instagram ha colto questa differenza, mettendo appunto a disposizione i profili aziendali.

Il profilo aziendale

Con oltre un miliardo di utenti attivi, Instagram è diventata una piattaforma importante per qualunque business. Un profilo aziendale segna la serietà con cui viene percepito il nome di un marchio. Ovviamente creare un profilo aziendale è solo il primo passo. Il successo è dovuto alle strategie attuate intorno ad esso, così come il modo in cui viene mantenuto e il content marketing effettuato.

Avere un profilo Instagram aziendale permette di avere accesso a una serie di strumenti che si basano fondamentalmente sull’analisi dati. Inoltre, consente di effettuare sponsorizzazioni a livello globale per il raggiungimento di un pubblico molto più ampio.

Il funzionamento del profilo in sé è identico a quello di un profilo normale. Visibilmente, invece, la prima differenza sta nell’etichetta sotto il nome del profilo. Questa indica la categoria a cui appartiene il business. Per esempio web agency, società informatica, agenzia di moda, fashion brand ecc.

Un altro elemento che si può aggiungere sono le Call to Action. Sono dei pulsanti che gli utenti possono cliccare per raggiungere direttamente il Sito Web o mandare un’email.

La differenza da un profilo normale è l’accesso a una vasta gamma di informazioni che consente di analizzare i follower. Si basa sull’analisi dati che altrimenti si dovrebbe fare con strumenti di Data Science. Dunque, per business più piccoli che non possono permettersi di assumere data scientist, costituiscono un compromesso eccellente. Oltre ai follower, si possono analizzare anche le prestazioni dei post, le sponsorizzazioni effettuate e l’impatto dei contenuti pubblicati.

Vantaggi del profilo aziendale: Dati e pubblicità

Abbiamo fatto una prima infarinatura dei vantaggi nell’avere un profilo aziendale di Instagram. Ce ne sono anche altri più focalizzati su obiettivi di web marketing. Di seguito analizziamo i principali:

  • Analisi dati statistici;

Con un profilo Instagram aziendale si può accedere a dati statistici con lo strumento Analytics, integrato direttamente nella piattaforma.

Con questi dati è possibile tenere sotto controllo l’interazione ottenuta dai propri contenuti, le attività, il numero e il tipo di account raggiunti e le visite al proprio profilo.

Analizzare il proprio pubblico è indispensabile per capire l’andamento della propria strategia su Instagram. Ovvero, per comprendere se si sta usando il social network nel modo in cui ci si era prefissato. È possibile vedere il proprio pubblico, la crescita del profilo, i luoghi da cui si riceve maggiore interesse, la fascia d’età, il sesso e altro.

Un’altra importante funzione è l’analisi delle fasce orarie in cui c’è più interazione da parte dei propri follower.

  • Le sponsorizzazioni su Instagram;

Va fatta una distinzione tra contenuti sponsorizzati e inserzioni. Parleremo dei secondi nel prossimo punto della lista. I contenuti sponsorizzati sono invece dei post “promossi” dietro pagamento, che raggiungo in questo modo un pubblico più ampio.

  • Annunci su Instagram;

Gli annunci su Instagram vengono fatti allo stesso modo degli annunci di Facebook. Quindi, si possono impostare, gestire e tracciare delle campagne online, ottenendo i relativi risultati.

Altri vantaggi del profilo aziendale

Oltre ai vantaggi sopra visti, ovvero quelli più specifici per lo sviluppo del business, ce ne sono altri più prettamente “estetici”. Sono funzioni di Instagram molto utili nel momento in cui, appunto, si è già raggiunta una soglia minima di followers. Esaminiamone qualcuno:

  • Link nell stories;

raggiunta al soglia minima del 10mila followers, Instagram da la possibilità di inserire un link nelle stories. Questo link è visualizzato come “swipe up” quando si scorrono le stories. Se ne fa un grande utilizzo soprattutto nelle sponsorizzazione, per indirizzare gli utenti a un e-commerce o un sito web.

  • Il tasto Contatta;

Nella parte superiore del profilo è possibile inserire il pulsante “contatta”. I followers, cliccandolo, possono entrare direttamente in contatto col business. Ad esempio tramite l’apertura dell’email o un numero di telefono.

  • Contenuti brandizzati;

Questa funzione di Instagram permette di limitare le persone che possono taggare il profilo aziendale, appunto targati come partner brandizzati nei loro post. Si può creare una lista di profili col permesso di taggare il proprio, senza bisogno di chiedere il permesso. Gli altri invece dovranno attendere l’autorizzazione.

Quanto costa il profilo aziendale?

Di fronte a tutte queste funzionalità è lecito domandarsi quanto possa costare questo servizio aggiuntivo di Instagram. Come abbiamo visto in altri articoli, spesso le strategie di marketing online non hanno costi elevati. E così, anche il profilo aziendale di Instagram è gratuito.

L’attivazione del profilo per business non ha un costo, richiede solo una serie di passaggi da seguire. A questo punto è già possibile sfruttare le analisi statistiche di Analytics, aggiungere i pulsanti, controllare e gestire meglio i contenuti. Però, le sponsorizzazioni e gli annunci hanno dei costi.

Si tratta comunque di costi molto flessibili, basati sull’ampiezza del pubblico raggiunto e la durata della sponsorizzazione o dell’ annuncio. Si tratta in ogni caso di un buon investimento se le campagne vengono gestite in ottica professionale e focalizzate su obiettivi specifici. Va da sé che creare annunci “a caso” è inutile come lo sarebbe appunto avere tutti gli strumenti e non saperli utilizzare.

La combinazione perfetta per trarre i maggiori benefici da un profilo aziendale, è quella tra una strategia e uno studio che vada di pari passo con le informazioni raccolte.

Leave a Comment